CCD, EMCCD e sCMOS camere per applicazioni di Imaging

Le innovative camere Andor Technology per applicazioni scientifiche di Imaging si basano su sensori CCD, EMCCD e sCMOS di grado scientifico. La caratteristica comune è la loro elevata sensibilità nel range UV e visibile.

L’efficiente sistema di raffreddamento termoelettrico ed i convertitori A/D di altissima qualità riducono il rumore consentendo l’impiego delle camere Andor anche in applicazioni caratterizzate da livelli di luce estremamente bassi.

La Andor Technology offre un’ampia gamma di camere CCD per quelle applicazioni scientifiche che richiedono detectors dalle alte prestazioni. Le camere CCD Andor sono disponibili con sensori Front e Back Illuminated e con coating anti-riflesso ottimizzato per la specifica applicazione ed in grado di convertire più del 90% dei fotoni incidenti in segnale rilevabile.

La tecnologia UltraVac di Andor garantisce le condizioni di vuoto del sensore e ne assicura, attraverso l’efficiente sistema di raffreddamento termoelettrico, temperature minime di lavoro fino a -100 °C. Il Read Noise è inoltre minimizzato grazie ai convertitori A/D di alta qualità per i quali è possibile selezionare via software bassi valori di read out rate tra quelli disponibili. Le camere CCD classiche richiedono uno shutter meccanico per evitare effetti smearing nell’immagine durante il processo di read out.

More

Per applicazioni di imaging ultrasensibile Andor Technology offre la EMCCD iXon Ultra 888 (1024 x 1024 x 13 µm pixels) e la iXon Ultra 897 (512 x 512 x 16 µm pixels), entrambe con interfaccia USB. Il sensore EMCCD è installato all'interno di una camera a vuoto in modo che temperature fino a -100 °C siano ottenibili attraverso un sistema di raffreddamento termoelettrico.

More

Le camere Andor Serie Zyla e Neo si basano sullo sviluppo della ben nota tecnologia CMOS e sono dotate di sensori di ultima generazione per applicazioni scientifiche. Grazie alle loro particolari proprietà tecniche, le camere Andor Serie Zyla e Neo rappresentano un sistema di acquisizione dalle alte prestazioni adatto alle più impegnative applicazioni nel campo della Fisica e della Biologia.

Poiché le camere sCMOS Serie Zyla e Neo sono caratterizzate da elevata sensibilità e rumore estremamente basso, queste sono spesso in grado di generare immagini di qualità superiore a quelle ottenibili con camere EMCCD, anche in condizioni con bassi livelli di luce.

Il sensore della camera Neo si trova, inoltre, all’interno di un enclosure in condizioni di vuoto e può essere raffreddato fino a -40°C attraverso sistema termoelettrico. Il basso valore di dark current che ne deriva rende la camera Neo compatibile anche con applicazioni caratterizzate da requisiti particolarmente stringenti. Oltre al tipico utilizzo nel campo dell’imaging, le camere sCMOS Zyla e Neo trovano largo impiego anche in Spettroscopia, specialmente in applicazioni multi-track e di fast spectroscopy.

More

Follow us: twitter linkedin facebook
European offices
© LOT Quantum Design 2016